giovedì 17 aprile 2014

Come Interpretare I Ching I - Diario di Bordo - Orientamento Mentale e Sistema Complesso

Buonasera a tutti,
e grazie a tutti sia per le vostre mail, che per i commenti molto carini e affettuosi che ci lasciate.

Siamo felici che il blog sia utile per aiutarvi a superare momenti difficili, ma ancora più contenti che viviate il confronto con noi non come una penalizzazione - lo sappiamo che talvolta siamo un po' pedanti e "duri" -,  ma piuttosto come sprone sia per apprendere meglio la disciplina, che fortificarvi.

Imparare cioè ad acquisire fiducia nei vostri talenti e nelle vostre capacità che, ci crediate o no, avete tutti e tutti in abbondanza. 

Questo il motivo per cui il blog è stato aperto. Dare la possibilità a chiunque di comprendere il vero ruolo di Yi come disciplina di base e il miglior orientamento per padroneggiarlo autonomamente.



L'orientamento mentale che è necessario adottare per farlo, l'apertura verso un confronto con un paradigma mentale così diverso e alieno in occidente, è già una gran parte del lavoro richiesto.





La vostra curiosità, il vostro interesse, i dubbi, le idee e le concatenazioni mentali che si avvicendano nei vostri pensieri, quel nuovo modo di connettere le cose che vi porta a nuove domande e dubbi da chiarire, è sia la parte più difficile che la più interessante di questo percorso.

I Ching è un Sistema Complesso (clicca sul link per approfondire) e come tale non possiede una costruzione didattica graduale, è non-lineare.

L'unico modo che esiste per approcciare un sistema complesso, è entrare al suo interno, far parte del suo movimento e raccogliere informazioni.

Va cioè sperimentato.

Maggiori informazioni si raccolgono e memorizzano spazialmente, maggiore è la facilità con cui, da un certo punto in poi, si progredisce.

Fino a quel momento è solo accumulo.

Quando si passa allo step successivo ci se ne accorge in fretta.

Improvvisamente un lancio diventa così ovvio, da chiarire parecchi dubbi anche su un altro e da quel momento in poi, la conoscenza mnemonica accumulata (cioè il significato di base degli esagrammi), si rivela molto utile per connettere una deduzione all'altra.


 Si incomincia ad essere veloci, sicuri e sempre più accurati.

Si conoscono cioè i percorsi corretti per connettere le informazioni fra loro.

Ma fino ad allora non c'è soluzione.

Ad ogni lancio dovete aprire I Ching e, come si faceva una volta a scuola per imparare a memoria le tabelline, pazientemente dovete SEMPRE leggere sia il testo che accompagna gli esagrammi, che le linee che vi sono uscite (e solo quelle).

E questo è un lavoro che dura anni.

Pensare di saltare gli step, pensare che leggere una volta o due il significato di un esagramma sia sufficiente, vi preclude moltissime possibilità e rallenta moltissimo la vostra preparazione.

Toglietevi dalla testa che si possa consultare Yi in modo superficiale e che non serva riflettere metodicamente in modo logico sui segni che vi escono.

Vi garantiamo che è addirittura deleterio, perchè è molto facile prendere fischi per fiaschi e confondere un atto sincronico per "sfortuna" o, peggio, "destino".

Il destino non esiste.

Il destino ce lo creiamo noi.

Buona serata a tutti! :)
La Redazione di @Cieloevento


Per approfondire cliccare qui.

Vi ricordiamo che nella barra superiore di navigazione nella sezione “Chi Siamo”  (clicca sul link per approfondire) trovate le indicazioni utili per usufruire del blog;  nella sezione “Articoli I Ching” (clicca sul link per approfondire) i temi culturali e tecnici legati alla disciplina di Yi; nella sezione “Incontri con I Ching” (clicca sul link per approfondire) le indicazioni sugli interventi culturali pubblici e i gruppi di lavoro; nella sezione “Biblioteca” (clicca sul link per approfondire) i percorsi di lettura e cinematografia consigliati. Nella colonna alla vostra destra trovate tutti gli esagrammi e le linee discusse, elencati in ordine numerico, e la sezione Tecnica (clicca sul link per approfondire). Buona ricerca! :) COME UTILIZZARE IL BLOG CLICCA QUI  -  GOOGLE + CLICCA QUI

4 commenti:

  1. Interessante post. Noto una costante. Non citate mai quello che nel testo di wilhelm vengono chiamati "la serie", "segni misti" e soprattutto "l'immagine" con relativo consiglio. A volte ti sintonizzano con il testo successivo della Sentenza, tibdanno il "La" di una possibile interpretazione, altre volte ti buttano fuori strada..secondo voi redazione, sono utili? Come si inseriscono nela interpretazione? Potete dirci qualcosa in più? Grazie.Lb

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottima domanda Lb, rispondiamo con un post! :)

      Elimina
  2. Ancora una volta il lavoro, caro Cieloevento, mi crea dei dubbi. Oggi ho trascorso tutta la giornata con il capo dell'azienda per cui lavoro. Si tratta di una persona di mezza età molto volitivo e determinato. Mi ha riempito di complimenti per come sto svolgendo il lavoro e per le attitudini che ho, cosa che ovviamente mi ha riempito di orgoglio e soddisfazione. Ho avuto, però, un dubbio su i suoi intenti extralavorativi. Siccome non so se si tratta di mere paranoie o di intuizioni, ho lanciato chiedendo una delucidazione sulla situazione: 6.1 > 10, un responso che un po' mi mette ansia. Vorrei continuare a lavorare in quell'ambiente perché appagante, ma non vorrei incappare in questi problemi. Soprattutto non vorrei per nulla al mondo che ci fosse una lite. Un po' mi sono allarmata, soprattutto adesso che ho trovato un lavoro soddisfacente, anche se duro. Mi aiutate? Premette che trattandosi del trigramma inferiore mi viene da pensare che il discorso riguardi più me che l'esterno. Mi viene da pensare se il responso precedente sul lavoro (52.2.5 < 57) in cui, tra l'altro mi si invitava ad avere pensieri positivi ed essere più sicura di me non sia collegato a questo. Il 6 può indicare anche dissidi interiori?

    Grazie sempre, Sole77 :)

    RispondiElimina