mercoledì 27 novembre 2013

I Ching per Alessia - esagramma 14.3,4,5,6 > 60

Buongiorno @Cieloevento,
Ho chiesto se io e mar riusciremo ad appianare i nostri conflitti?
14.3,4,5,6 > 60 segni nucleari 58 il sereno e 1 il creativo
Secondo voi tutto tornerà come prima? oppure ci saranno cambiamenti?
grazie per la risposta
Alessia 


Buongiorno Alessia,
14 - Il Possesso Grande
Il 14 - il Possesso Grande esplora le dinamiche legate a ciò che ci appartiene per risonanza, quindi non tanto quello che si possiede in modo materiale, ma anche quello certamente, quanto piuttosto la ricchezza interiore e condivisa che ci permette di progredire nella nostra vita come se avessimo un grande carro su cui viaggiare. (Per approfondire l'esagramma clicca sull'immagine)

Terza linea mutante: Un principe offre i suoi bene all'imperatore, un uomo mediocre non ne è capace, rappresenta l'immagine di colui che invece di versare il giusto tributo al proprio superiore, se ne appropria.

Quarta linea mutante: Fare una distinzione fra sè il prossimo, significa che è bene restare consapevoli delle proprie capacità, ma anche di quelle altrui. La giusta via è quella mediana.

Quinta linea mutante: Essere sinceri e disponibili aiuta a superare tutte le difficoltà, significa che con la nostra capacità di superare le avversità siamo in grado di risolvere ogni conflitto.

Sesta linea mutante: Nel 14 la linea del cielo nel trigramma del cielo, in questo caso il 30, significa che siamo in concordanza con il mutamento del Tao (clicca sul link per approfondire) e che questo ci permetterà di possedere davvero.

60 - La Delimitazione
Il 60 - la Delimitazione rappresenta le dinamiche che in occidente vengono espresse come: la tua libertà finisce dove inizia quella degli altri. Indigare questi confini ed erigere dogane sicure. (Per approfondire l'esagramma clicca sull'immagine)









Ciao Alessia, facci sapere come è andata! :)


Vi ricordiamo che nella barra superiore di navigazione nella sezione “Chi Siamo”  (clicca sul link per approfondire) trovate le indicazioni utili per usufruire del blog;  nella sezione “Articoli I Ching” (clicca sul link per approfondire) i temi culturali e tecnici legati alla disciplina di Yi; nella sezione “Incontri con I Ching” (clicca sul link per approfondire) le indicazioni sugli interventi culturali pubblici e i gruppi di lavoro; nella sezione “Biblioteca” (clicca sul link per approfondire) i percorsi di lettura e cinematografia consigliati. Buona ricerca! :)

martedì 26 novembre 2013

I Ching per Sara - esagramma 35 Il Progresso - esagramma 46 L'Ascendere

Ciao @Cieloevento,
giungo in mezzo a voi perchè ho UN DUBBIO grande quanto una casa! Spero possiate aiutarmi. E ve ne sarei profondamente grata. Allora ho ottenuto 46 fisso.
La domanda è che ho due mister x.
Io nel mio cuore sto aspettando il primo mister X. Però ho anche conosciuto un secondo mister x. Ho posto la domanda "Aspettando mister X rischio di perdere la possibilità di conoscere meglio mister x? 46 fisso!" [Il rapporto con l'altro da sè diventa un gioco di specchi in cui la domanda viene riproposta come domanda, cioè in questo caso senza mutamento, in cui ti si chiede che cosa vuoi prima di mutare e poi ascendere al tuo posto."] Quindi ho pensato che Yi stia chiedendo a me cosa fare. Ecco, io vorrei mister X. 35 fisso. Quindi pensavo; non è che tutti questi dubbi che ho svaniranno come un fuoco di paglia perchè dentro il mio cuore so cosa voglio?
Come ne esco ? :D :D
Grazie mille Sara


Buonasera Sara,
visto che hai posto una domanda che quota ben due segni fissi, saremo più brevi del solito ma speriamo di riuscire ad approfondirne il senso.

PRIMO ESAGRAMMA FISSO:
35 - Il Progresso Rapido
Il 35 - il Progresso Rapido, è così chiamato perchè appartiene a quella fase del ciclo (clicca sul link per approfondire) in cui le cose trovano il loro compimento rapidamente. In questo modo si soddisfano i desideri più immediati, ma è spesso difficile creare basi solide. (Per approfondire l'esagramma clicca sull'immagine)








I trigrammi che lo compongono sono i seguenti:

30
 4a - 5a - 6a linea partendo dal basso - Trigramma del Cielo:
Al posto della testa, per cui nella fase del pensiero e dell'idea, è il trigramma del Fuoco, chiamato anche l'Aderente. Aderenza significa anche coerenza.



2
 1a - 2a - 3a linea partendo dal basso - Trigramma della Terra:
Al posto del corpo, quindi del cuore e del sentimento, è il trigramma del Ricettivo. Ad esso sono attribuite tutte le qualità dello Yin.


L'esame dei trigrammi intrinseci, quelli che sono alla base del mutamento enunciato nell'esagramma poichè anteriori, cioè presenti come idea ma non come creazione, sono invece i seguenti:

29
 3a - 4a - 5a linea partendo dal basso
Il trigramma posto in alto rappresenta l'Acqua, il mutamento del tempo simile allo scorrere del fiume, la paura che proviamo di fronte all'ignoto e che chiamiamo pericolo.


52
2a - 3a - 4a linea partendo dal basso
Il trigramma posto in basso rappresenta il Monte. Le sue qualità sono la forza, l'inamovibilità, la quiete e l'imponenza.




SECONDO ESAGRAMMA FISSO:
46 - L'Ascendere
Il 46 - L'Ascendere è l'esagramma che nel ciclo rappresenta lo sforzo che compie lo stelo d'erba (cfr. 3) per uscire dalla terra e raggiungere la luce.  (Per approfondire l'esagramma clicca sull'immagine)










I trigrammi che lo compongono sono i seguenti:

2
4a - 5a - 6a linea partendo dal basso - Trigramma del Cielo:
Al posto della testa è il Ricettivo. In questo trigramma sono espresse tutte le qualità dello Yin puro e delle femminilità più matura.


57
 1a - 2a - 3a linea partendo dal basso - Trigramma della Terra:
Al posto del corpo è il Mite. Esso rappresenta le qualità della gentilezza e del vento primaverile che rallegra e invita i giovani e i meno giovani a giocare. Per germogliare ancora.


L'esame dei trigrammi intrinseci, quelli che sono alla base del mutamento enunciato nell'esagramma poichè anteriori, cioè presenti come idea ma non come creazione, sono invece i seguenti:

51
 3a - 4a - 5a linea partendo dal basso
Questo trigramma allude all'attenzione vigile che il pensiero del potere del creato produce nell'essere umano e che può anche trasformarsi in paura a causa del frastuono se il lampo cade troppo vicino.

58
2a - 3a - 4a linea partendo dal basso
Sotto è posto il trigramma del Lago, quello che meglio rappresenta l'unione degli uomini dettata dai sentimenti, dalla comprensione, dalla condivisione e dalla gioia. Si desidera che il bene sia comune e prolifico per tutti.

(Per approfondire i trigrammi cliccare sulle immagini.)


Ciao Sara, facci sapere! :)


Vi ricordiamo che nella barra superiore di navigazione nella sezione “Chi Siamo”  (clicca sul link per approfondire) trovate le indicazioni utili per usufruire del blog;  nella sezione “Articoli I Ching” (clicca sul link per approfondire) i temi culturali e tecnici legati alla disciplina di Yi; nella sezione “Incontri con I Ching” (clicca sul link per approfondire) le indicazioni sugli interventi culturali pubblici e i gruppi di lavoro; nella sezione “Biblioteca” (clicca sul link per approfondire) i percorsi di lettura e cinematografia consigliati. Buona ricerca! :)

lunedì 25 novembre 2013

I Ching - Paragrafo 9 > Etica, Coscienza e Senso Religioso

Di etiche, scuole, religioni e accademie ne esistono molte, ma oggi al concetto di etica si attribuiscono qualità che esso non possiede per sua stessa definizione. 


Il senso religioso naturale, così chiamato perchè presente nell’uomo fin da quando ha iniziato a comprendere i meccanismi dell’universo, nasce laddove un Mistero (qualcosa di inconoscibile e “impossibile”) accade nonostante le umane certezze.

Un senso di stupore di fronte all’idea di spazio e infinito che viene fatto balenare fra ciò che noi crediamo possibile e ciò che invece è in realtà.

La differenza sostanziale fra un essere umano e l’idea di Dio.
 


Il divino è riconosciuto laddove uno schema inoppugnabile si manifesta e le molteplici domande che questo stupore (cfr. 51) fa nascere nell’intelletto umano, rendono comunque nettamente inferiore il livello delle risposte certe.

Quando si parla di Dio nulla è certo.

Dio, inteso come un’entità superiore che tutto comprende e provvede, non sta necessariamente a significare che da qualche parte, non si sa bene dove ma le teorie sono molte, ci sia un tizio con un triangolo fosforescente in testa che passa tutto il suo tempo seduto su una nuvola a fare il voyeur. Un dio che, con un cannocchiale di precisione in mano, intento osserva in modo speciale ognuno di noi per preservarci dal male e concederci tutto il bene quando pregando glielo chiediamo per favore. Un dio insomma che sarebbe una specie di super portiere, guardiano, medico, antifurto, baby sitter, posteggiatore, infermiera, analista etc., pronto ad esaudire tutte le nostre personali necessità. Se solo rispettiamo la forma e gli concediamo le 4 o 5 stracchiate preghierine quotidiane che il credo religioso a cui apparteniamo indica. Ovviamente.

E' un'dea molto semplicistica non vi pare?

Si spera che Dio, se esiste, abbia almeno una personalità divina.
O no?

Dio, per sua stessa definizione, è al di sopra del bene e del male.
Dio è tutto.
Dio è bene e male. Dio è Yin e Yang. Dio è On e Off.
Dio è il tutto.
Dio siamo noi.

E noi, esseri coscienti e liberi di vivere seguendo i precetti del nostro libero arbitrio personale, abbiamo la possibilità di scegliere quale posizione assumere nel mondo e di quale meccanismo fare parte.

Ci si potrà accontentare di molte cose oppure non trovare mai requie.

Perchè in realtà non esiste una regola definita nelle manifestazioni dell’atto sincronico con cui il “divino” si rivela, e il momento in cui ci rendiamo conto della necessità di un preciso cambiamento personale.

Yang e Yin
Dipende dallo stato di coscienza individuale acquisito. Da quanto si è affinata l'abilità di connettere differenti schemi neuronali fra lobo destro e lobo sinistro. Da quanto l'equilibrio del corpo è in contatto con il pensiero della mente.

Più è cristallino lo stato di coscienza individuale (l’essere consapevoli delle connessioni implicite ed esplicite del proprio Io con l’Ambiente/l’Altro da Sé), maggiore è l’influenza positiva che esercitiamo sull'ambiente. Ed è in questo modo che si viene a creare il presupposto energetico-sincronico, Qi (clicca sul link per approfondire), per cui la normale soluzione dei problemi quotidiani risolve nodi ad altri livelli.  


Per questo si parla di Etica.

Chi non è etico subisce l'Ignoto, cioè la paura, come momento doloroso.
Una punizione ingiusta e incomprensibile per cui o piange, o si arrabbia.
O lobo destro o lobo sinistro.
O troppo razionale o troppo emotivo.

Chi è etico ne trae invece un insegnamento. Non piange e non si arrabbia. Acquieta le due esigenze come è possibile in quel momento e procede in ciò che riconosce come proprio.

Nel riconoscere il Tao (clicca sul link per approfondire) riconosciamo che il mondo intorno a noi è insondabile.

L’Altro da Noi infatti si manifesta quanto noi e, nel movimento del tutto personale che segue quanto noi, è perfetto quanto noi. Siamo solo e soltanto noi che possiamo decidere se disturbare questo movimento, o inserircisi con naturalezza.

L’etica interiore di ogni uomo, lo stato di coscienza che ognuno manifesta al proprio grado e alle proprie possibilità, è ciò che istintivamente muove verso alcune scelte di vita piuttosto che altre.  


L’etica personale governa le pulsioni verso cui rivolgiamo il desiderio. Ciò che noi desideriamo, e cerchiamo, produce effetti concreti nel mondo intorno a noi.



In questo contesto il senso religioso è vissuto non tanto come una cieca venerazione verso qualcuno di superiore a cui abbandonare la nostra vita (perché tanto come un padre clemente, se preghiamo devotamente, ci soddisfa), ma con il senso di rispetto e stima che sorge di fronte al Mistero.

Per la grande bellezza che deriva dal nostro manifestarci essendone all’altezza. Da quanto noi ci aspettiamo e sappiamo di poter ottenere da noi stessi.

In questo processo l’etica è l'unica misura a nostra disposizione per poterci auto-valutare, ma purtroppo far coincidere al concetto di etica il tedioso criterio del sacrificio, contrapposto al carpe diem moderno, è il più grande errore di valutazione che la investe.

In realtà il sacrifico maggiore che un uomo possa fare è rendersi conto che i propri desideri non sono necessariamente gli unici obiettivi al mondo. A volte è davvero doveroso e necessario rinunciare a qualcosa di esclusivamente personale per favorire invece l'altro da sè. Il desiderio è infatti spesso momentaneo e legato a un preciso lasso temporale. Inseguendo il desiderio, che nel tempo si rivelerà superfluo, si tende a dimenticare le connessioni più importanti.

Quello che accade in questo processo è solo lo stato di coscienza personale a poterlo supportare e questa riflessione si manifesta sul piano delle azioni. Pensiamo all’esempio banale del famigerato bisogno di petrolio che tante guerre politiche, sociali e reali provoca. Su questo pianeta stiamo agendo sconsideratamente da più di un secolo e per ognuno di noi è oramai arrivato il momento di sedersi a un tavolino per prendere coscienza del riflesso delle proprie azioni nel mondo: capire cosa davvero riteniamo lecito desiderare.

In quest’epoca di grandi incertezze è sempre più chiaro che dobbiamo iniziare ad avere desideri che provochino un minor sfruttamento delle risorse fisiologiche del pianeta e permettano invece una condivisione della ricchezza in modo più equo per tutti gli esseri umani. 
 


L’Ignoto è la bellezza del Mistero laddove l’uomo non ha parole per descriverlo.   


Noi dimentichiamo spesso che la nostra vita è quotidianamente a contatto con l'Ignoto e il Mistero, tendendo a costringere il nostro pensiero in gabbie pre-costituite da chi, non potendo essere libero lui stesso, desidera che gli altri siano prigionieri degli stessi desideri che prova per sè stesso.

Il Nobile riconosce le dinamiche che corrispondono all'Etica del Tao e se ne appropria.


Vi ricordiamo che nella barra superiore di navigazione nella sezione “Chi Siamo”  (clicca sul link per approfondire) trovate le indicazioni utili per usufruire del blog;  nella sezione “Articoli I Ching” (clicca sul link per approfondire) i temi culturali e tecnici legati alla disciplina di Yi; nella sezione “Incontri con I Ching” (clicca sul link per approfondire) le indicazioni sugli interventi culturali pubblici e i gruppi di lavoro; nella sezione “Biblioteca” (clicca sul link per approfondire) i percorsi di lettura e cinematografia consigliati. Buona ricerca! :)

I Ching - Diario di Bordo, Ritardi

Eccoci qui dopo una settimana in cui abbiamo avuto poco tempo da dedicare al blog, un po' in ritardo quindi su quello che dovevamo fare.

Ci sono un po' di domande in attesa, fra cui quella di Alessia, e un post che esplora le dinamiche dei segni feticcio che è ancora in fase di preparazione

In compenso siamo stati più veloci nel tema filosofico che pubblicheremo più tardi!

Buona settimana a tutti
la Redazione di @Cieloevento











 Vi ricordiamo che nella barra superiore di navigazione nella sezione “Chi Siamo”  (clicca sul link per approfondire) trovate le indicazioni utili per usufruire del blog;  nella sezione “Articoli I Ching” (clicca sul link per approfondire) i temi culturali e tecnici legati alla disciplina di Yi; nella sezione “Incontri con I Ching” (clicca sul link per approfondire) le indicazioni sugli interventi culturali pubblici e i gruppi di lavoro; nella sezione “Biblioteca” (clicca sul link per approfondire) i percorsi di lettura e cinematografia consigliati. Buona ricerca! :)

venerdì 22 novembre 2013

I Ching per Cristina77 - esagramma 37.4 > 13

Buonasera @Cieloevento.
Alla domanda "L'idea che ho in mente di tale persone corrisponde alla realtà?", mi è uscito un 37.4 > 13. Leggendo la vostro spiegazione sulla 4a linea non riesco a comprendere se sia un sì. Cosa ne pensate? Grazie Cristina77


 Buongiorno Cristina77 e benvenuta.

37 - La Casata
Il 37 - la Casata è l'esagramma che rappresenta le leggi che mantengono l'ordine della famiglia e traslato l'ordine dello stato. La comprensione del proprio ruolo e della propria posizione rende stabile l'armonia delle relazioni. (Per approfondire l'esagramma clicca sull'immagine)

Quarta linea mutante: Ella è la ricchezza della casa, significa che la moglie è all'altezza delle sue responsabilità e che sa mettere a frutto il proprio lavoro per il bene di tutti.




13 - La Compagnia fra Uomini
Il 13 - La Compagnia fra Uomini è l'esagramma che rappresenta le dinamiche che si instaurano all'interno delle associazioni fra esseri umani, in rapporti sia famigliari, che sociali, d'affari, etc. In questo segno è suggerita l'idea di Fratellanza e Amore Universale di occidentale memoria. (Per approfondire l'esagramma clicca sull'immagine)








Ciao Cristina! :)


Vi ricordiamo che nella barra superiore di navigazione nella sezione “Chi Siamo”  (clicca sul link per approfondire) trovate le indicazioni utili per usufruire del blog;  nella sezione “Articoli I Ching” (clicca sul link per approfondire) i temi culturali e tecnici legati alla disciplina di Yi; nella sezione “Incontri con I Ching” (clicca sul link per approfondire) le indicazioni sugli interventi culturali pubblici e i gruppi di lavoro; nella sezione “Biblioteca” (clicca sul link per approfondire) i percorsi di lettura e cinematografia consigliati. Buona ricerca! :)

I Ching per Sole - esagramma 30.6 > 55

Ciao @Cieloevento,
Oggi ho avuto la classica giornata storta, piena di litigi e incomprensioni. Ho riflettuto tornando a casa e mi sono resa conto di aver avuto un atteggimento un po' troppo rigido.
Ho chiesto al libro che insegnamento dovrei imparare da una giornata come questa 30.6 > 55
Grazie Sole :)


Buongiorno Sole,

30 - Il Fuoco
Il 30 - L'Aderente è l'esagramma che rappresenta l'elemento fuoco e la sua utilità, ma anche il calore (energia) che si sviluppa avendone cura. Questa idea è contenuta nell'immagine dell'allevamento della vacca che in antichità rappresentava una vera ricchezza, sia per il capitale a disposizione potendola vendere bene, che per il latte che produceva. Una vacca allevata bene si vende bene e produce molto latte. In occidente la saggezza popolare dice che l'occhio del padrone ingrassa i buoi e non a caso. Guardare significa accorgersene e in senso più sottile prevenire i guai. (Per approfondirre l'esagramma clicca sull'immagine)

Sesta linea mutante: Il re lo usa per una spedizione punitiva significa che è giusto stabilire le regole e le leggi, ma che bisogna essere clementi (farne una questione meno personale) verso gli altri. Giusto fermare per tempo cattive abitudini e comportamenti scorretti, ma sulle piccole cose è bene lasciar perdere. Aderire al ciclo.

55 - La Copia
Il 55 è l'esagramma della Copia, dell'Abbondanza. E' quindi un tempo di pienezza dove le cose si manifestano, nel ciclo (clicca sul link per approfondire) rappresenta i frutti dell'estate, ottenuti dopo il lavoro della 25.2. (Per approfondirre l'esagramma clicca sull'immagine)








Cara Sole, dopo un lancio come questo noi praticanti sappiamo bene perchè ridiamo in faccia a chi sostiene che "Essendo l'I Ching una serie di massime filosofiche adattbili a qualunque circostanza non ha valore"... Hahahahahahahahahahaaaaa :D

Facci sapere cosa ne pensi tu! Ciao


Vi ricordiamo che nella barra superiore di navigazione nella sezione “Chi Siamo”  (clicca sul link per approfondire) trovate le indicazioni utili per usufruire del blog;  nella sezione “Articoli I Ching” (clicca sul link per approfondire) i temi culturali e tecnici legati alla disciplina di Yi; nella sezione “Incontri con I Ching” (clicca sul link per approfondire) le indicazioni sugli interventi culturali pubblici e i gruppi di lavoro; nella sezione “Biblioteca” (clicca sul link per approfondire) i percorsi di lettura e cinematografia consigliati. Buona ricerca! :)

giovedì 21 novembre 2013

I Ching per Cè - esagramma 9.1 > 57

Buongiorno @Cieloevento,
ho una domanda da porvi: ho ottenuto un 9.1 > 57 legato al significato di un sogno che ho fatto dove la mia nonna defunta mi parlava.
 Leggendo la spiegazione, mi ha fatto venire in mente la prima linea dell'esagramma 24.
- "Ritorno alla via"
- "Ritorno da piccola distanza".
Che differenza c'è sostanzialmente? 
E soprattutto come potrei interpretare il lancio relativo al sogno?
Grazie e buona domenica



 Buonasera Cè,

9 - La Forza Domatrice Piccola
Il 9 - la Forza Domatrice Piccola si differenzia dalla Forza Domatrice Grande (cfr. 34), perchè nel suo movimento tiene conto delle piccole cose. In questo senso si parla di modestia, ma anche della capacità di compiere grandi imprese con piccoli gesti che possono variare da un sorriso, a una semplice e cortese attenzione. Durante questo periodo del ciclo (per approfondire clicca sul link) è bene considerare che le forze a disposizione sono quelle presenti subito dopo l'inverno e che quindi il movimento è lento, intirizzito.
(Per approfondire l'esagramma clicca sull'immagine)

Prima linea mutante: Ritorno alla propria via, significa semplicemente che è meglio rientrare in sè stessi e nelle proprie consuetudini. In questa linea c'è quindi l'invito a non assillare la non-ratio con richieste che per il momento non è in grado di esaudire. Le cose avverranno spontaneamente.

57 - Il Vento
Il 57 - Il Vento è l'esagramma che rappresenta l'azione benefica della brezza. Nel ciclo la sua presenza è legata all'idea dell'informare tutto, visto che propaga il polline permettendo la propagazione della vegetazione. La Grande Regola - il Tao utilizza lo stesso principio per trasmettere i suoi insegnamenti. Costanti e coerenti. (Per approfondire l'esagramma clicca sull'immagine)







Nel 24.1 si parla di ritorno da piccola distanza, perchè ci si è accorti in fretta d'aver sbagliato strada e quindi si ripercorrono velocemente i propri passi. Yi è sempre letterale nelle sue metafore e in tutte e due le linee il significato dell'azione lascia intendere bene il parallelismo con il proprio lavoro interiore

Per quanto riguarda la tua domanda, pensiamo che Yi ti abbia risposto di dormirci sopra e lasciar fare il lavoro alla tua non-ratio (inconscio). Quando sarai pronta a ricevere il messaggio inscritto nella tua esperienza onirica, ti si rivelerà. Non forzare le cose, sii dolce con te stessa e per il momento lascia perdere. Potresti farti venire in mente idee del tutto sbagliate, prendendo fischi per fiaschi!

Ciao Cè, facci sapere! :)


Vi ricordiamo che nella barra superiore di navigazione nella sezione “Chi Siamo”  (clicca sul link per approfondire) trovate le indicazioni utili per usufruire del blog;  nella sezione “Articoli I Ching” (clicca sul link per approfondire) i temi culturali e tecnici legati alla disciplina di Yi; nella sezione “Incontri con I Ching” (clicca sul link per approfondire) le indicazioni sugli interventi culturali pubblici e i gruppi di lavoro; nella sezione “Biblioteca” (clicca sul link per approfondire) i percorsi di lettura e cinematografia consigliati. Buona ricerca! :)

mercoledì 20 novembre 2013

I Ching per Mari - esagramma 1.1,3,4 > 59

Buonasera @Cieloevento,
una mia carissima amica nei prossimi giorni vuole assolutamente farmi conoscere due persone nuove. Da tempo tempo cerca di "combinare" l'incontro, ma per motivi vari non è mai accaduto.
Sinceramente non sono interessata, ho la testa da altre parti e sto molto bene da sola. Ho chiesto a Yi cosa ne pensasse a riguardo di questa scelta, de conoscere persone nuove etc., anche per sapere come muovermi 1.1,3,4 > 59
Grazie Mari 


Buonasera Mari,
1 - Il Creativo
L'1 - il Creativo è il principio puro per eccellenza, rappresenta le dinamiche del maschile e ciò che appartiene alla ratio. In questo esagramma vengono esaminati i processi legati al pensiero e alla sua espletazione. Il drago è il suo simbolo e le linee i livelli d'ascesa verso la comprensione e manifestazione. Il compimento del Nobile (clicca sul link per approfondire). (Per approfondire l'esagramma clicca sull'immagine)

Prima linea mutante: Il drago è nascosto non agire, rappresenta quella parte del ciclo (clicca sul link per approfondire) in cui le forze sono nascoste sotto la neve. Il seme riposa, ma è cullato dalle correnti della terra.

Terza linea mutante: La terza linea è quella del cielo del trigramma della terra. Rappresenta per cui un momento di passaggio verso il trigramma del cielo,  in cui la tensione si fa sentire. A causa di questo stato anche la sera si è inquieti e carichi di pensieri, bisogna per cui stare attenti nel non eccedere con le fantasie irrealizzabili. Piedi ben saldi a terra per cui, e un po' di relax.

Quarta linea mutante: La via dell'eroe o del santo nascosto? colui che prende o colui che si sacrifica? colui che risalta o colui che si nasconde? la decisione è solo nostra, ma non tutto è bianco così come non tutto è veramente nero. La luce ha diverse tonalità di colore e passa dall'oscuro al cangiante. La via di mezzo è la via del TAO (clicca sul link per approfondire).

59 - La Dissoluzione
Il 59 - la Dissoluzione rappresenta quella parte del ciclo in cui le forze dissolventi sono al massimo della loro espanzione. L'autunno ha compiuto la sua opera e le foglie si disgregano per diventare il nutrimento della terra nuova. Questo segno trova una forte analogia nella carta numero XIII degli arcani maggiori dei Tarocchi, la Morte, che in origine era definita la "carta senza nome". (Per approfondire l'esagramma clicca sull'immagine)







Ciao Mari, facci sapere cosa ne pensi! :)


Vi ricordiamo che nella barra superiore di navigazione nella sezione “Chi Siamo”  (clicca sul link per approfondire) trovate le indicazioni utili per usufruire del blog;  nella sezione “Articoli I Ching” (clicca sul link per approfondire) i temi culturali e tecnici legati alla disciplina di Yi; nella sezione “Incontri con I Ching” (clicca sul link per approfondire) le indicazioni sugli interventi culturali pubblici e i gruppi di lavoro; nella sezione “Biblioteca” (clicca sul link per approfondire) i percorsi di lettura e cinematografia consigliati. Buona ricerca! :)

I Ching per Berenice - esagramma 44.3 > 6

Ciao @Cieloevento
Quest' ultimo periodo è stato ricco di sorprese, nulla di sconvolgente, le sorprese riguardano prevalentemente me e la mia interiorità.
Stanca di tutta la situazione a un certo punto ho iniziato a lavorare solo su me stessa. Ho dedicato molto tempo allo studio del libro e dell'esagramma 7, proseguendo verso il raggiungimento di un mio equilibrio che mi ha portato ad affrontare paure, ansie e frenesie. E' un lavoro lungo, faticoso e per alcuni versi doloroso e in tutto questo di grande aiuto è stato aver ricominciato a fare sport! Questo stato di cose, con molta spontaneità, mi ha portato a fermarmi con lui. Non mi sono arresa, mi sono fermata. Essere un pieno 17 mi ha aiutata a gestire bene quella parte di 5 che a fasi alterne barcollava. Lui è partito, sempre per lavoro, io ho aspettato. La prima volta che mi ha contattata è stata un'esplosione di sentimenti repressi che penso non so da quanto tempo si teneva dentro eppure, prima che lui partisse, sono stata molto risoluta con lui, diciamo un 21 equilibrato. Ed ecco che...tutto ha cominciato a smuoversi. Mi cerca continuamente, anche due volte in un giorno e io seguo. Mi sento come davanti ad uno specchio, e qui chiedo consiglio perché non vorrei essere la pericolosa corda del 48. Né troppo lunga, né troppo corta.
Ma la cosa bellissima di tutta la situazione è che è successo spontaneamente! Non lo faccio volutamente, sono così in questo momento e basta, ma ammetto pure che forse dovrei un po' lavorare anche su questo. Voi che ne dite? Con questo mi riallaccio al motivo del lancio: stasera, dopo aver riflettuto sulla corda troppo corta, ho sentito improvvisamente il bisogno di esprimere tutti i miei sentimenti e ho scritto di botto una mail con una naturalezza e spontaneità mai avuta prima d'ora. Stupita di me stessa ho chiesto se fosse giusto mettere a nudo tutti i miei sentimenti, ed ecco ancora una volta il 44 con la terza che muta ed esagramma derivato 6. Sinceramente non ho capito se è un "no" in quanto ne potrebbero derivare problemi, visto che lui è così introverso. Oppure è sempre in riferimento a quel lato yin di me che non riesco a gestire e per questo finisco con l'essere indecisa e poco spontanea. Incuriosita ammetto di aver chiesto: cosa potrebbe suscitare questo mio gesto: 8! Quest' 8 interiormente rafforza la mia seconda ipotesi! Cosa ne pensate di questa dinamica? Yi nell'ultimo periodo  ha risposto sempre con 17, 10, 53, 14. Sento che devo coltivare questo rapporto piano piano e da quando sto "seguendo", come dicevo prima, le acque si stanno smuovendo quindi ora ho solo paura di fare un passo falso! Ne parliamo, ovviamente nel blog?
Grazie mille anticipate Berenice :) 


Buonasera Berenice,
pubblichiamo parte della tua lunga lettera, come testimonianza spontanea di Wu-Wei (clicca sul link per approfondire). Non tanto come atto di meditazione, ma quanto come espressione di un sentimento interiore che si manifesta lucidamente e senza tentennamenti. Il nobile ha cioè trovato la giusta direzione e la persegue, con tutta la tenacia di cui è capace, senza dimenticare ciò che è giusto. Ciò che sta nel mezzo. (cfr. 25 - la spontaneità del cuore)

Questo timore, che è la costante per mantenere l'11 in ogni momento del ciclo, è ciò che nel 48 è rappresentato dalla corda e la sua cura. Il saper fermarsi quando è il momento opportuno, se il peso nel secchio è troppo pesante.

44 - Il Farsi Incontro
Il 44 rappresenta le dinamiche del principio oscuro di cui si è esplorato parte delle sue espletazioni nel post su Yin (clicca sul link per approfondire). (Per approfondire l'esagramma clicca sull'immagine)

Terza linea mutante: Sulle cosce non vi è pelle rappresenta una situazione in cui, invece di seguire, si desidera condurre. Nell'essere trascinati verso la situazione opposta si viene agganciati alle cosce e tirati violentemente fino a far sanguinare.




6 - La Lite
Il 6 - la Lite rappresenta una situazione di conflitto in cui, l'aver perso di vista le regole armoniche del mutamento sincronico, causa discussioni accese che disturbano l'armonia del ciclo (per approfondire clicca sul link). (Per approfondire l'esagramma clicca sull'immagine)









Cara Berenice, pensiamo che Yi abbia risposto alla tua domanda sulla corda troppo corta/troppo lunga/troppo logorata. L'immagine del Pozzo (cfr. 48) rappresenta l'atto richiesto nel Fuoco (cfr. 30) laddove si parla di cura della vacca, è per cui consequenziale il consiglio di restare docili verso la direzione del mutamento spontaneo comune, piuttosto che a quello limitato dai nostri "desideri" per cui centripeto. Ciò che hai scritto va bene, ma pensiamo che sia un messaggio che hai scritto per te stessa per proseguire meglio poi. Un abbraccio e facci sapere come è andata! ciao :)


Vi ricordiamo che nella barra superiore di navigazione nella sezione “Chi Siamo”  (clicca sul link per approfondire) trovate le indicazioni utili per usufruire del blog;  nella sezione “Articoli I Ching” (clicca sul link per approfondire) i temi culturali e tecnici legati alla disciplina di Yi; nella sezione “Incontri con I Ching” (clicca sul link per approfondire) le indicazioni sugli interventi culturali pubblici e i gruppi di lavoro; nella sezione “Biblioteca” (clicca sul link per approfondire) i percorsi di lettura e cinematografia consigliati. Buona ricerca! :)

I Ching - Diario di Bordo, l'Amicizia

Buongiorno a tutti!
58 - Il Sereno
Abbiamo ricevuto mail molto belle, letto tanti interventi interessanti sparsi in giro per il blog e, visto gli accessi quotidiani, volevamo condividere con voi il nostro piacere nell'aver raggiunto tutti insieme la dinamica espressa nel 58 - Il Lago.

"Il 58 rappresenta l'esagramma della Serenità, ma anche e soprattutto dell'amicizia. L'idea di questo stato di cose è evocato dai due laghi connessi fra loro in cui, lo scambio di acqua, flora e fauna, apporta vitalità ad entrambi. Fra esseri umani si parla di affinità, amicizia e scambio di conoscenza." (Per approfondire l'esagramma clicca sull'immagine)

Abbiamo un po' di domande in cantiere a cui risponderemo entro venerdì, mentre lunedì prossimo esploreremo la funzione dei Segni Feticcio e quelli ricorrenti. Se avete delle domande precise fatele, così ampliamo meglio per tutti!

Buona settimana a tutti :)
La Redazione di @Cieloevento

























Vi ricordiamo che nella barra superiore di navigazione nella sezione “Chi Siamo”  (clicca sul link per approfondire) trovate le indicazioni utili per usufruire del blog;  nella sezione “Articoli I Ching” (clicca sul link per approfondire) i temi culturali e tecnici legati alla disciplina di Yi; nella sezione “Incontri con I Ching” (clicca sul link per approfondire) le indicazioni sugli interventi culturali pubblici e i gruppi di lavoro; nella sezione “Biblioteca” (clicca sul link per approfondire) i percorsi di lettura e cinematografia consigliati. Buona ricerca! :)

lunedì 18 novembre 2013

I Ching - Paragrafo 8 > Vuoto, Non Desiderio e Taoismo

Buonasera @Cieloevento
Stavo leggendo per l'ennesima volta il vs post relativo al Tao (clicca sul link per accedere al post), ne sentivo l'esigenza, e mentre leggevo riemergeva nuovamente in me la solita sensazione che si manifesta nel momento in cui mi confronto con i paradigmi espressi in articoli simili. 

Niente di grave per carità, solo una resistenza interiore, una difficoltà a far coincidere le idee espresse con il mio pensiero (abituale?), però a mio parere non esiste nulla di più antipatico che sentirsi attratti dalle idee e non poterle poi comprendere appieno... :)

Le mie perplessità sono emerse soprattutto quando sono arrivato a questa parte del post che cito testualmente: "L’assenza di desiderio è una condizione in cui si desidera perdere la capacità di desiderare per raggiungere uno stato di vuoto interiore. Questo stato rende possibile la capacità di accogliere ciò che accade nella vita senza paura, senza idee preconcette, senza sovra-meccanismi mentali che impediscono l’intuizione spontanea dell’organo cuore/cervello, anche solo per rispondere con un grazie, anziché un grugnito, di fronte alla tazzina di caffè preparata in un bar."

È evidente che da quanto scritto è un passo arrivare a pensare che il Taoista, e comunque non solo lui, vive certamente nel famigerato qui-e-ora. Cioè dimentico del passato, non preoccupato del futuro e che accoglie il presente, l'unico momento perfetto e inevitabile così e come è. Se piove che pioggia sia, se fa caldo ci si adatta. E Lui sempre proteso a comprendere le forze in gioco in quel preciso momento per agire (o non-agire) di conseguenza. Da questo punto di vista sembra che il Desiderio, ossia quel qualcosa di interno che ci spinge oltre, è quasi bandito o come se non avesse un posto.

In proposito vorrei citare una interessante spiegazione di desiderio secondo un oratore moderno che ne da un'affascinante etimologia: desiderio deriva dal latino de-siderae e la sua etimologia trova la radice nella comune abitudine degli antichi di tener conto e praticare l'Astrologia. De-siderae significa taglia via le stelle, ossia guarda le stelle e vai oltre. In questo caso guardare le stelle si riferisce al tener conto del tema natale e dell'oroscopo. 

De-siderae è il contrario di con-siderae, in questo caso infatti si guarda le stelle - oroscopo - e ci si adegua, lo si accetta, lo si accoglie.

Da questa definizione mi pare emergano due paradigmi evidenti che rappresentano i due mondi e le due differenti visioni. Occidentale e orientale e quindi due differenti figure di uomo: colui che desidera, e che per estensione osserva la sua condizione per seguire una spinta interiore che lo spinge ad andare "oltre" la stessa; e l'uomo che considera, cioè colui che osserva la sua condizione, l'accoglie, l'accetta e la penetra riconoscendola come parte di un momento perfetto.

E' lecito quindi affermare che il Taoista non desiderando, considera in contrapposizione al cosiddetto"uomo di successo". Mito occidentale (o meglio forse dovremmo dire contagiosamente americano) che fa del "desiderio ardente" il suo punto di partenza e che, per citare uno dei suoi più autorevoli rappresentanti, è indefessamente votato a "Studiare, riflettere, pianificare per rendere il pianeta un posto migliore in cui vivere". 

Se accettata questa riflessione, allora è lecito pensare che per il taoista l'idea di "pianificare delle mete", avere una "visione di vita" e/o "degli obiettivi" siano idee quanto più lontane dal proprio modo di vedere e operare? E in merito la filosofia Yi cosa ci dice?
E se non è stato il "desiderio" e una "efficace pianificazione" cosa ha permesso allora al popolo cinese, culla del taoismo, di diventare cio che è stato e ciò che sta tornando a essere??

Grazie Lb.


Buonasera Lb! 
Grazie per averci scritto questo interessante e ben articolato intervento che ci permette di approfondire temi alquanto interessanti e che da sempre innescano dibattiti e confronti prolifici. Sia sul piano filosofico, che politico-sociale.


In Yi la figura centrale di riferimento è il Nobile.

Il Nobile è l'Uomo che giunge alla realizzazione nel mondo, l'uomo di lucida coscienza che sa come utilizzare il potere della materia dirigendo il pensiero verso il movimento/mutamento comune. E' cioè un cardine del flusso costante di Yin e Yang.

Questa figura è identificata nel 7.2 e nell'I Ching è descritta da due punti di vista. Quello confuciano, il rispetto dell'ordine gerarchico e della tradizione, e quello più propriamente appartenente a Yi, cioè l'immagine di colui che non permette al proprio senso etico di impedirgli di fare ciò che è giusto. Questo tipo d'uomo ubbidisce alla regola enunciata nel sistema complesso I Ching e che è identificabile nel TAO (clicca sul link per approfondire).

Dobbiamo però sottolineare che il Taoista praticante non è un religioso.
La religione Taoista non esiste perchè non esiste un dio da venerare e con cui identificarsi come movimento religioso istituzionale. Tranne appunto un'unica cosa: la Grande Regola - il Tao.

Il Taoismo è più propriamente un orientamento di vita, un atteggiamento interiore, uno stile, che già da solo è più che sufficiente ad identificare un praticante come tale. Un Taoista è infatti mezzo dell'espressione del Tao e ogni sua azione è finalizzata e mirata a questo. Quindi un Taoista in realtà desidera, pianica e visualizza gli obiettivi come ogni essere umano, solo che questi obiettivi non sono normalmente compresi e quindi condivisi dalla massa.

Come è stato sottolineato da Lb, anche la visione occidentale dell'uomo di successo è dominato dal desiderio ardente e il Taoista, come l'occidentale, mette in pratica tutte le strategie possibili per ottenere ciò che desidera.

Ma se l'occidentale self made man "Studia, riflette, pianifica per rendere il pianeta un posto migliore in cui vivere", un Taoista invece "Studia, riflette, pianifica per rendere sè stesso un posto migliore in cui vivere".

Un Taoista è perciò interessato a ciò che si manifesta dentro per poi riflettersi sul fuori, piuttosto che il contrario.

L'essere umano è normalmente orientato su 3 inossidabili capisaldi collettivi - sesso, denaro e potere - e per ottenerli è spesso disposto a qualunque cosa.

Anche e soprattutto snaturare sè stesso indossando parecchie maschere dietro cui nascondersi.


Certo questi tre vantaggi sono anche tre stati legittimi dell'uomo:
1 - La volontà di vivere una sessualità sana e appagante, o quantomeno l'istinto riproduttivo.
Ed esempi di sessualità esasperata, come mezzo placebo o manifestazione di potere, non ci sono di certo risparmiati dalla storia umana.

2 - Stare bene con il proprio corpo e la mente.
Parola oggi abusata al ridicolo è benessere. Il denaro ne è il simbolo e la conditio sine qua non per poter "stare bene". Considerare il denaro come unica condizione di benessere e metterlo su un piedistallo, tendenza eterna, ha avuto la sua sublimazione nell'era capitalista.

3 - Il desiderio di essere amati e rispettati.
La mancanza di rispetto è sempre interpretata come mancanza d'amore e questo causa il risentimento che nasce dalla mancanza di potere. Potere di controllo sul dolore (fisico e spirituale) e la paura della morte sua diretta conseguenza. Sono quindi moltissime le strategie messe in atto da ogni essere umano, inclusi i sottoscritti, per evitare di soffrire e contemporaneamente dominare ciò che ci spaventa tanto. L'ignoto.

Affrontare sè stessi è l'ignoto, e certamente è il dolore più potente e frustrante che ci sia. Ogni senso di scacco, ogni smascheramento è sconcertante e ogni sconcerto è dolore. Per farvi fronte l'uomo utilizza diverse tecniche anestetiche, di cui la più subdola è l'omologazione al desiderio sociale collettivo (clicca sul link per accedere al video).

Il famigerato Qui e Ora, ovvero il Wu Wei (clicca sul link per approfondire) non è propriamente vivere dimentichi del passato e incuranti della pioggia che cade, ma più esattamente comprendere in quale parte del ciclo (clicca sul link per approfondire) si sia inseriti (quindi ricordare bene il passato come lezione di vita assimilata) e poi agire di conseguenza. Soprattutto ripararsi in un posto caldo se è inverno e cade la neve. Il succo è che non si cerca di impedire che la neve cada se è inverno e deve cadere, semplicemente si prevede prima un riparo aderendo così alle regole del ciclo.

Utilizza cioè il principio del Rasoio Occam: "Tale principio, ritenuto alla base del pensiero scientifico moderno[1], nella sua forma più immediata suggerisce l'inutilità di formulare più ipotesi di quelle che siano strettamente necessarie per spiegare un dato fenomeno quando quelle iniziali siano sufficienti." cit. Wikipedia (clicca sul link per accedere).

Il Taoista (come lo gnostico di stampo occidentale) affronta la qualità dei propri desideri e da essi impara a distinguere la realtà di sè stesso, da ciò che crede d'essere. Desidera ardentemente conoscere l'essenza della propria natura, perchè solo così comprenderà da dove arriva la vita stessa. (Uomo conosci te stesso e conoscerai gli dei e il mondo. Ermete)

Ha cioè un concetto diverso di potere e sua espletazione.

Un Taoista è teso con tutto il corpo e la mente ad indagare il disegno logico universale (che la Grande Regola muta e dispiega quotidianamente), per inserirsi nel suo espandersi entropico. Colui che riesce a mantenersi nel flusso del mutamento farà parte del disegno e in realtà avrà tutto ciò che desidera. Anche il superfluo. Se davvero lo vorrà.

Un Taoista vive il qui e ora e fa ciò che vuole perchè nessuno può impedirglielo. Ha il potere e lo utilizza.

Un Taoista è consapevole d'essere una manifestazione della Grande Regola - il Tao e il Tao, molto modestamente parlando, se ne frega altamente della Mercedes, del Rolex e persino delle scarpe Louboutin. Semplicemente se serviranno (cioè saranno inserite in un contesto sincronico di risonanza), le avrà se così preferisce.

Per rispondere invece all'ultima parte della domanda, possiamo solo esprimerci così: non tutti i Taoisti sono cinesi, così come non tutti i cinesi sono Taoisti. ;)


Vi ricordiamo che nella barra superiore di navigazione nella sezione “Chi Siamo”  (clicca sul link per approfondire) trovate le indicazioni utili per usufruire del blog;  nella sezione “Articoli I Ching” (clicca sul link per approfondire) i temi culturali e tecnici legati alla disciplina di Yi; nella sezione “Incontri con I Ching” (clicca sul link per approfondire) le indicazioni sugli interventi culturali pubblici e i gruppi di lavoro; nella sezione “Biblioteca” (clicca sul link per approfondire) i percorsi di lettura e cinematografia consigliati. Buona ricerca! :)

sabato 16 novembre 2013

I Ching per Rory - esagramma 53.5 > 52

Buonasera @Cieloevento.
Ho un rapporto d'amicizia che spero si trasformi in altro, ma lui è fidanzato e anche se mi cerca, dice che è solo per amicizia. Ho lanciato 53.5,6 > 52. 
Un aiuto per favore.
Rory


Buonasera Rory,
53 - Il Progresso Graduale
Il 53 - il Progresso Graduale è così chiamato perchè, a differenza del 35 il Progresso, il suo mutamento è lento e graduale. Se il 35 può rappresentare la cotta e il sentimento leggero, il 53 è invece il segno legato al matrimonio.
Matrimonio d'affari, società, amicizia, sentimento, poco importa. Le persone che sono accomunate da questo esagramma, sono adatte le une alle altre. (Per approfondire l'esagramma clicca sull'immagine)

Quinta linea mutante: L'oca regale si avvicina alla vetta, la moglie rimane incinta dopo tre anni, significa che, prima di arrivare all'unione delle due oche regali, passerà ancora un certo lasso di tempo. Il compimento non è ancora avvenuto.

52 - Il Monte
Il 52 - Il Monte è uno dei gli 8 segni doppi, quindi uno degli esagrammi cardine del ciclo (clicca sul link per approfondire). Le sue qualità sono la stabilità, l'inamovibilità, la quiete, la serenità e tutto ciò che rappresenta qualcosa di imponente e grande. La montagna è visibile da lontano e il percorso per raggiungerla, per illusione ottica, può sembrare più breve di quello che poi sarà nella realtà. (Per approfondire l'esagramma clicca sull'immagine)





Cara Rory, noi non pensiamo che Yi sbagli (per sua natura non può), semplicemente ti dice le cose come stanno. Come muoverti, cosa fare e quando, devi sempre deciderlo tu. Se chiedi informazioni lungo la strada, segui le indicazioni che ti vengono consigliate. In genere si arriva prima. Un abbraccio e facci sapere cosa ne pensi. Ciao! :)


Vi ricordiamo che nella barra superiore di navigazione nella sezione “Chi Siamo”  (clicca sul link per approfondire) trovate le indicazioni utili per usufruire del blog;  nella sezione “Articoli I Ching” (clicca sul link per approfondire) i temi culturali e tecnici legati alla disciplina di Yi; nella sezione “Incontri con I Ching” (clicca sul link per approfondire) le indicazioni sugli interventi culturali pubblici e i gruppi di lavoro; nella sezione “Biblioteca” (clicca sul link per approfondire) i percorsi di lettura e cinematografia consigliati. Buona ricerca! :)

venerdì 15 novembre 2013

I Ching per Judy - esagramma 44.5 > 50

Buonasera @Cieloevento,
ho una situazione con una persona e devo prendere una decisione. E' uscito 44.5 > 50. Mi potete spiegare per favore? Ciao e grazie. 
Judy


Buonasera Judy,
44 - Il farsi Incontro
Il 44 rappresenta il Farsi Incontro, quando cioè il principio yin si fa incontro al principio yang, e anche in questo caso il segno è legato alla sessualità. Nella visione confuciana questa dinamica è penalizzata, ma nel ciclo (clicca sul link per approfondire) si manifesta spontaneamente e come tale è normale e benvenuta. E' sempre la femmina che alla fine deve acconsentire al rapporto e farsi incontro. (Per approfondire l'esagramma clicca sull'immagine)

Quinta linea mutante: Il melone è coperto con fronde di salice per proteggerlo dal sole e dalla pioggia. Il frutto c'è, ma sta ancora maturando. Per proteggerlo e bene essere accorti e non parlarne con gli estranei (anche quelli interiori).

50 - Il Crogiolo
Il 50 - il Crogiolo è l'esagramma in cui si indaga la dinamica con cui si prepara l'alimento che ci nutrirà e che nutrirà gli altri. L'amore è energia, è presenza, non forma e nemmeno contenuto. Il consiglio è quello d'avere cura dei propri sentimenti più intimi e non rovinarli con parole inutili. Anche con sè stessi. (Per approfondire l'esagramma clicca sull'immagine)







Ciao Judy, abbi fede e facci sapere! :)


Vi ricordiamo che nella barra superiore di navigazione nella sezione “Chi Siamo”  (clicca sul link per approfondire) trovate le indicazioni utili per usufruire del blog;  nella sezione “Articoli I Ching” (clicca sul link per approfondire) i temi culturali e tecnici legati alla disciplina di Yi; nella sezione “Incontri con I Ching” (clicca sul link per approfondire) le indicazioni sugli interventi culturali pubblici e i gruppi di lavoro; nella sezione “Biblioteca” (clicca sul link per approfondire) i percorsi di lettura e cinematografia consigliati. Buona ricerca! :)

I Ching per Eva - esagramma 38.1,3 > 50

Buonasera @Cieloevento,
ho fatto un lancio su una situazione che si prolunga da troppo tempo e che mi fa soffrire molto. Sono innamorata di una persona che sembra volermi e poi non mi vuole, che dice di volermi bene ma non amarmi. Lo so che non bisognerebbe chiedere al libro, ma io non so più se lo amo ancora e non so più che cosa fare. Io sento che le cose stanno diversamente anche da parte sua, ma potrei sbagliarmi e non ce la faccio più. E' uscito 38.1,3 > 50.
Mi potete aiutare a capire per favore, sono così confusa e non vorrei.
Grazie Eva


Buonasera Eva,
38 - La Contrapposizione
Il 38 - la Contrapposizione è il segno in cui si enuncia come Yin e Yang creano il movimento, cioè l'energia, attraverso l'attrazione e repulsione reciproche.
Yin e Yang hanno la stessa potenza d'emissione, ma sono diversi e per questo motivo non possono fondersi. Questa loro caratteristica però, è la base della creazione della materia e il mutamento della sua forma. Il principio della vita. Questo è un segno fortemente legato alla sessualità e al modo in cui si espleta. La ferocia ingorda (poichè vuota) dello Yin e l'aggressività violenta (poichè piena) dello Yang. Queste due forze contrapposte, nella cosmogonia di Yi e qui descritte nella loro forma più pura, creano il potere del Tao (clicca sul link per approfondire). (Per approfondire l'esagramma clicca sull'immagine)

Prima linea mutante: Il rimorso svanisce, se perdi il tuo cavallo non rincorrerlo perchè tornerà da solo. Questa linea rappresenta la situazione in cui qualcosa che ci appartiene è andato perso, forse per l'intromissione di terze persone. Se il cavallo è nostro non bisogna temere. Tornerà. In quetso momento è bene parlare poco.

Terza linea mutante: Il carro viene fermato e i buoi trattenuti, significa che durante il viaggio si è incontrato un ostacolo e non si può fare nulla per opporsi. I capelli e il naso tagliato sono le manifestazioni esteriori di una pena che si subisce e che ci fa soffrire, ma anche se tutto sembra perduto le cose cambieranno.

50 - Il Crogiolo
Nel 50 - il Crogiolo,  poco elegantemente tradotto come calderone in talune traduzioni (tanto valeva scrivere pentolone che almeno era "solo" lievemente meno cacofonico), è contenuta l'idea di colui che prepara gli alimenti e li cucina, del crogiolo che li contiene e del cibo stesso che infine entra ed esce dalla nostra bocca (cfr. 27). In questo esagramma si affrontano per cui i temi dell'amore e del sentimento, che esistono a prescindere dalla forma. (Per approfondire l'esagramma clicca sull'immagine)





Cara Eva, noi pensiamo che tu non debba perdere le speranze, facci sapere com'è andata! Ciao! :)


Vi ricordiamo che nella barra superiore di navigazione nella sezione “Chi Siamo”  (clicca sul link per approfondire) trovate le indicazioni utili per usufruire del blog;  nella sezione “Articoli I Ching” (clicca sul link per approfondire) i temi culturali e tecnici legati alla disciplina di Yi; nella sezione “Incontri con I Ching” (clicca sul link per approfondire) le indicazioni sugli interventi culturali pubblici e i gruppi di lavoro; nella sezione “Biblioteca” (clicca sul link per approfondire) i percorsi di lettura e cinematografia consigliati. Buona ricerca! :)

I Ching per Vale - esagramma 37.1,5,6 > 15

Ciao @Cieloevento.
Alla domanda "Dammi un consiglio su come devo considerare un certa situazione con X", mi è uscito un 37, la casata, che muta con 3 linee. La prima, la quinta e la sesta diventando 15 - la Modestia.
Prima linea non prendendere nulla, almeno attualmente. E si ricollega anche la modestia, senza pretese e ne eccessi.
Le altre due linee del 37 non so proprio comprenderle.
Mi potete, per favore, aiutare? Vi ringrazio molto!!!! 
Vale 


Buongiorno Vale,
37 - La Casata
Il 37 - la Casata rappresenta la famiglia. Sia l'ordine gerarchico (composto da padre/marito, madre/moglie, figli ed antenati), che i compiti che spettano ad ogni rappresentante. Quando il marito è marito e lamoglie è moglie, allora nella famiglia regna l'ordine. (Per approfondire l'esagramma clicca sul link)

Prima linea mutante: Questa linea, essendo la prima, enuncia la regola che domina tutto il segno e che si riferisce al caposaldo su cui la famiglia prospera. I bambini vanno educati prima che i vizi si consolidino.

Quinta linea mutante: Questa è la linea del marito in cui si enuncia che, con il suo affetto e la sua severità, è in grado di proteggere e far prosperare la propria famiglia.

Sesta linea mutante: Questa è la linea che rappresenta la figura dell'avo, di colui che è stato prima di noi. La famiglia esiste ancora, per cui prospera nel tempo e il suo lavoro passato incute rispetto. Preannuncia stabilità.

15 - La Modestia
Il 15 - la Modestia è il segno che nelle relazioni umane insegna come mantenersi al centro del movimento, senza forzare nulla con l'apparenza e l'eccesso. (Per approfondire l'esagramma clicca sul link)









 Ciao Vale, facci sapere che cosa ne pensi! :)


Vi ricordiamo che nella barra superiore di navigazione nella sezione “Chi Siamo”  (clicca sul link per approfondire) trovate le indicazioni utili per usufruire del blog;  nella sezione “Articoli I Ching” (clicca sul link per approfondire) i temi culturali e tecnici legati alla disciplina di Yi; nella sezione “Incontri con I Ching” (clicca sul link per approfondire) le indicazioni sugli interventi culturali pubblici e i gruppi di lavoro; nella sezione “Biblioteca” (clicca sul link per approfondire) i percorsi di lettura e cinematografia consigliati. Buona ricerca! :)

I Ching - Diario di Bordo, Avvisi di Viaggio II

Caro @Cieloevento,
ti scrivo per dirti che quello che hai scritto nel post (clicca sul link per accedere) è molto bello, ma anche molto freddo. Se io ti chiedo una risposta, vorrei anche un consiglio, non solo sentirmi dire come funzionano gli esagrammi... mi sembra più giusto.
Grazie, ciao Alberta

Cara Alberta,
grazie per il tuo apprezzamento, approfittiamo dell'ultima parte della tua carinissima mail per rispondere anche ad altri che ci hanno scritto più o meno in questo senso.

Noi di @Cieloevento pensiamo di avere una grande responsabilità.

Prima di tutto nell'essere il più chiari e oggettivi possibili nella spiegazione degli esagrammi (e sappiamo anche di essere un po' pedanti su questo), ma soprattutto nel non interferire mai nelle vostre decisioni.

Talvolta ci sbilanciamo, ma sottolineiamo sempre che è quello che pensiamo noi come esseri umani, come persone che come voi lanciano le monete per cercare spiegazioni e/o soluzioni, mai perchè così è scritto nel libro.

Non ci permetteremmo mai.

Sia per rispetto verso la materia che noi stessi studiamo quotidianamente, che per rispetto verso di voi che mai, e poi mai, dovete pensare che chiunque altro all'infuori di voi stessi possa avere voce in capitolo nelle vostre decisioni.

Il Sistema Complesso I Ching forgia la figura del Nobile sulla pietra angolare della sua totale ed anarchica indipendenza interiore e, per ogni lancio che fate, la risposta vi guiderà sempre verso questo orientamento di pensiero e sentimento.

In compenso quando noi di @Cieloevento lanciamo per noi stessi, abbiamo le stesse difficoltà di comprensione interiore che avete voi. Proviamo gli stessi sentimenti di scoraggiamento, confusione e anche sottile ribellione, ma non possiamo mischiare questo stato d'animo a quello che scriviamo per voi. Deve rimanerne fuori, dobbiamo essere distaccati e dimenticare totalmente noi stessi.

Noi siamo solo ambasciatori e il messaggio non dipende dalla nostra volontà. Talvolta vorremmo poter scrivere in modo diverso, ma in tutta coscienza non possiamo. E non possiamo nemmeno illudervi sulle nostre risposte.

Non abbiamo la bacchetta magica e le nostre parole non sono soluzioni. Sono solo un mezzo con cui espandere e mettere a frutto la vostra intelligenza, perspicacia e capacità decisionale. Le nostre parole cercano d'essere una voce fuori dal coro che vi incoraggia a non mollare mai, ma l'azione e la decisione sono assolutamente e totalmente vostre.

La vita è vostra e dovete appropriarvene come la Tigre, anche con le unghie e i denti se servisse. (cfr. 10.5)

Un antico detto Orientale recita più o meno così "Se qualcuno ti chiede da mangiare, insegnagli a pescare" e significa che se qualcuno ha una necessità e ci chiede aiuto, limitarci a risolvergliela è solo una soluzione transitoria perchè, entro breve, il problema si ripresenterà.

Se invece si mostra all'Altro da Sè come procurarsi il cibo da solo, beh allora il suo piatto non sarà mai vuoto (cfr. 27).

Buona giornata a tutti!!! :D







Vi ricordiamo che nella barra superiore di navigazione nella sezione “Chi Siamo”  (clicca sul link per approfondire) trovate le indicazioni utili per usufruire del blog;  nella sezione “Articoli I Ching” (clicca sul link per approfondire) i temi culturali e tecnici legati alla disciplina di Yi; nella sezione “Incontri con I Ching” (clicca sul link per approfondire) le indicazioni sugli interventi culturali pubblici e i gruppi di lavoro; nella sezione “Biblioteca” (clicca sul link per approfondire) i percorsi di lettura e cinematografia consigliati. Buona ricerca! :)